COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPA

INTOLLERABILE IL PERSISTENTE DEMANSIONAMENTO DEI LAVORATORI NELLE AZIENDE SANITARIE

Sconcertanti i dati emersi dallo studio UIL FPL effettuato nelle ASST e ATS della provincia di Milano, per valutare il corretto impiego di tutti i lavoratori nel comparto sanitario.

I dati non lasciano dubbi, si è consolidata negli anni un mal costume da parte delle aziende sanitarie ad adibire i lavoratori a mansioni non proprie e dequalificanti anche a seguito del blocco del turn-over.

Lo studio evidenzia che le vittime di questa malsana prassi non sono sole le professioni sanitarie, ma anche il personale di supporto, amministrativo e tecnico, arrivando al punto di adibire un OSS al controllo dei parcheggi presso una ASST.

E’ IL MOMENTO DI DIRE BASTA!!

La nostra organizzazione intende contrastare il fenomeno, avvisando le aziende tramite la nota inviata in questi giorni, che non saranno più tollerati moduli organizzativi che non rispettino le professionalità dei lavoratori, attraverso l’attribuzione agli stessi di mansioni e compiti impropri previsti per altre figure professionali.

La costante giurisprudenza ha sempre censurato la violazione dell’art. 2103 del codice civile, in quanto riconosce l’obbligo del datore di lavoro di adibire il lavoratore ad incarichi che non ne riducano la professionalità e la dignità sul posto di lavoro.

Invitiamo le aziende, ad attuare con immediatezza le opportune correzioni degli attuali modelli organizzativi affinché siano rispettati ruoli e funzioni di tutti i Lavoratori, in difetto, la nostra organizzazione impugnerà in ogni sede ogni violazione.

Invitiamo i lavoratori, a segnalare con immediatezza alla nostra organizzazione ogni violazione da parte dei datori di lavoro che tendano a dequalificare e mortificare la professionalità di ogni lavoratore.

Non esitate a contattarci, ignorare il fenomeno può solo causare danni peggiori nel prossimo futuro.

UFFICIO STAMPA UIL FPL – MILANO

 

CondividiShare on Facebook
Facebook
Email this to someone
email