UIL FPL ASST FBF SACCO – TAC AL PRONTO SOCCORSO

TELENOVELA:

TAC AL PRONTO SOCCORSO

Una corretta informazione in merito all’ultimo incontro con l’Azienda tenutosi il 26 ottobre, con la presenza del Direttore Generale.

Sembra che oramai l’argomento sia diventato una vera e propria “soap opera” per una sigla sindacale autonoma.

Non mi piace ribadire quanto fatto ed i risultati raggiunti dalla UIL FPL, mi preme solo evidenziare che la TAC al pronto soccorso del Sacco dovrebbe essere finalmente installata. Rispetto all’importo di € 500.000 che la Regione Lombardia aveva stanziato, ne occorrerebbero altri €100.000, sempre che tutto vada bene.

Oggi il vero problema non sembra più essere la TAC per la quale, come già detto, esiste un finanziamento regionale ed i “conti” per installarla finiranno per tornare, ma per il Direttore dell’UOC Radiodiagnostica il problema sarebbe che per l’installazione della nuova apparecchiatura occorrerebbe più personale medico, mentre per quanto riguarda il personale del comparto, il tecnico TSMR presente al tavolo della trattativa, nonché rappresentante del sindacato autonomo, ha ribadito più volte che i tecnici di radiologia risultano sufficienti.

Siamo tutti interessati e fiduciosi che questo disagio possa essere risolto con l’inizio dell’anno nuovo, in quanto l’utente/paziente ha diritto di ricevere servizi efficienti e un’assistenza dignitosa, avendo l’Azienda risorse umane sufficienti, medici, infermieri, OSS e, soprattutto, tecnici per poter garantire risultati soddisfacenti.

Ora ci auguriamo solo che questa telenovela possa avere fine, in quanto abbiamo anche tanti altri problemi che non dobbiamo sottovalutare o rimandare ulteriormente.

Egregio Direttore, la UIL FPL, come a Lei ben noto, ha fatto la sua parte per cercare di addivenire ad una soluzione del problema, senza interferenze politiche. Ci auguriamo pertanto che questa sia l’ultima puntata della “telenovela”, perché è ora di portare avanti tanti altri problemi che sono altrettanto importanti .

Concludendo, noi non siamo abituati a fare proclami su facebook, soprattutto ai fini del proselitismo, e ci vantiamo di non avere l’uomo politico e magari qualche Dirigente “di riferimento”(che invece ci sembrano vicini e “simpatizzanti” di qualche sigla autonoma).

Noi cerchiamo solo, per quanto è possibile, di fare la nostra parte e il più delle volte ci riusciamo bene, qualche volta meno bene.

Forse può capitare che commettiamo anche qualche errore, ma di sicuro non siamo quelli che hanno l’usanza di fare sindacato e, soprattutto, proselitismo sulla pelle dei lavoratori, illudendoli con false speranze e miti che, alla fine, si rivelano purtroppo irrealizzabili.

Milano, ottobre 2017

UIL FPL ASST FBF SACCO

Il Responsabile Aziendale Presidio Sacco

C. Mangione

 

CondividiShare on FacebookEmail this to someone